Master, Corsi e Consulenza Aziendale

+39 06/45471749

info@makeitso.it

Blog

ottobre 7, 2019

Le diverse modalità di strutturazione dell’intervista

L’intervista come strumento di selezione, affinché sia efficace, necessita di una pianificazione. Pianificare un’intervista vuol dire, innanzitutto, scegliere il suo grado di strutturazione; chiaramente, più l’intervista sarà strutturata, maggiore sarà la progettazione richiesta.
In genere, si distinguono tre tipologie di strutturazione dell’intervista di selezione:

  • Intervista non strutturata
  • Intervista semi-strutturata
  • Intervista strutturata

Intervista non strutturata

In questa tipologia di strutturazione non vengono posti obiettivi specifici e non vengono formalizzati il contenuto e il tipo di interazione. Il selezionatore, in questo caso, funge semplicemente da guida: vengono esplicitati unicamente gli obiettivi generali dell’intervista e le aree che si andranno a esplorare, nulla più. Sarà il candidato a scegliere l’ordine e il modo di affrontare le aree definite dal selezionatore, cercando di essere il più completo possibile.
Il pregio dell’intervista non strutturata è che consente di raccogliere delle informazioni legate ai fattori personali del candidato, come le sue inclinazioni, le sue motivazioni, le sue aspettative; inoltre, il candidato potrebbe vivere l’intervista in maniera più tranquilla, sentendosi più a suo agio. Ovviamente, sono presenti anche degli svantaggi. Innanzitutto è richiesta grande competenza e professionalità al selezionatore per poter condurre efficacemente questa tipologia di intervista; in più, vi è il rischio che venga lasciata un’immagine negativa dell’azienda al candidato, che potrebbe trovarsi spiazzato.

Intervista semi-strutturata

In questa tipologia di intervista vengono definiti degli obiettivi specifici e delle regole generali da seguire per perseguirli. Inoltre, si predispongono una serie di domande flessibili: il selezionatore segue queste domande in linea di massima, ma non si preclude la possibilità di esplorare in profondità una risposta, anche saltando alcune delle domande predefinite.
In genere, l’intervista semi-strutturata è quella maggiormente utilizzata dai selezionatori, principalmente per due motivi: consente spesso una migliore valutazione dell’intervistato; trasmette un’immagine aziendale positiva.

Intervista strutturata

In questa tipologia di intervista le domande sono predefinite e seguite in maniera estremamente rigida. Ai vari candidati, infatti, vengono poste le stesse identiche domande seguendo lo stesso ordine; la valutazione avviene tramite check-list o scale di punteggio. In genere, questo alto grado di strutturazione aiuta i selezionatori meno esperti; per questo motivo, l’intervista strutturata è quella maggiormente utilizzata dagli junior recruiter.
Il vantaggio di questa tipologia di intervista è la grande quantità di dati raccolti, con un alto grado di attendibilità. Al contrario, lo svantaggio risiede nella grande rigidità.

Con il Master in Gestione delle risorse umane edizione Roma e Master in Gestione e Amministrazione delle risorse umane edizione Milano erogati da Make It So apprenderai tutti gli strumenti su come si pianifica ed esegue un’intervista di selezione, definendo, a seconda del profilo ricercato, le aree da esplorare e le domande più idonee e mettendo in pratica il tutto attraverso una serie di simulate.

, ,
About Make It So
Make it So è una società di consulenza che opera a 360° nell'ambito dello Sviluppo Del Personale: Formazione, Recruiting, Assessment e Coaching per enti ed aziende che desiderano valorizzare il loro potenziale e per privati e professionisti intenti in uno sviluppo di carriera.