Master, Corsi e Consulenza Aziendale

+39 06/45471749

info@makeitso.it

Blog

novembre 15, 2017

2018: Come cambiano gli incentivi nei rapporti di lavoro

Con la manovra finanziaria prevista per il 2018, cambierà ancora una volta il quadro degli aiuti all’occupazione all’interno dell’ordinamento giuridico nazionale.

Tali incentivi hanno come scopo quello di stimolare la crescita occupazionale, spronando le imprese ad assumere, attraverso l’attribuzione di misure agevolative sul costo contributivo aziendale.

Nel tempo il legislatore ci ha abituato a numerosi interventi sulle misure in commento, motivati dalla necessità di rilanciare la crescita del mercato del lavoro, con particolare attenzione per la platea dei giovani “under 30” i cui livelli di disoccupazione continuano ad attestarsi su valori piuttosto alti.

Così dal prossimo anno cambierà l’assetto del principale incentivo occupazionale, che diventerà strutturale per tutte le imprese, mentre invece altre misure, decadranno per mancanza di fondi.

È il caso ad esempio dei benefici previsti dalla Garanzia Giovani o Youth Guarantee che dal 2018 usciranno di scena per far posto al nuovo incentivo strutturale previsto dalla Legge di Stabilità in corso di definizione.

Non dimeno, anche il Bonus Sud e le misure previste dal Sistema Duale cambieranno, per essere così inglobate dal nuovo quadro di sgravi per le aziende.

In tal caso la velocità del “Turn over” normativo assume un andamento decisamente rapido, considerando che entrambi gli strumenti, oggi modificati, sono entrati in vigore il primo gennaio 2017.
Resteranno invariate invece, salvandosi così dalla scure del legislatore, le più tradizionali misure indicate:

1) Apprendistato
2) Bonus Giovani Genitori
3) Bonus assunzione Lavoratori Disabili
4) Bonus assunzione Lavoratori  Over 50
5) Bonus assunzione Donne di tutte le età
6) Bonus assunzione NASPI
7) Bonus assunzione CIGS
8) Sostituzione maternità

Il costo del lavoro rappresenta da sempre la componente di passivo maggiore all’interno dei bilanci aziendali, da qui la necessità di creare occupazione a costi sostenibili. La conoscenza delle misure di sostegno all’occupazione rappresenta un elemento imprescindibile per tutti gli operatori HR, che entrando in azienda, dovranno imparare a coniugare obbiettivi aziendali, di sviluppo e crescita con politiche di contenimento dei costi. Non dimeno, la velocità con cui cambia l’assetto delle misure in elenco impone un attento studio della normativa di riferimento.

Con il Master in Amministrazione delle risorse umane di Make it So approfondiremo il funzionamento degli strumenti a disposizione delle aziende nella riduzione del costo del lavoro, con particolare attenzione alle novità introdotte dal 2018.

Lavorando su esempi pratici e casi di studio, impareremo a far funzionare gli strumenti di cui abbiamo accennato in precedenza, con l’intento di contribuire alla crescita sostenibile del mercato del lavoro.

Articolo di Gianfranco Nobis, docente del Master in Amministrazione delle risorse umane, in partenza il 7 Aprile a Roma, al termine del percorso stage in aziende partner per agevolare l’ingresso nel mondo del lavoro.

,
About Make It So

Make it So è una società di consulenza che opera a 360° nell'ambito dello Sviluppo Del Personale: Formazione, Recruiting, Assessment e Coaching per enti ed aziende che desiderano valorizzare il loro potenziale e per privati e professionisti intenti in uno sviluppo di carriera.