Master, Corsi e Consulenza Aziendale

+39 06/45471749

info@makeitso.it

Blog

Maggio 16, 2022

Il Design Thinking come alleato per il formatore digitale

Uno degli elementi più importanti per la buona riuscita di un percorso formativo è l’ascolto dell’altro, dalla fase di analisi delle esigenze, alla progettazione all’erogazione del progetto.

Per questo, saper applicare il modello del design thinking in fase di analisi dei bisogni e di progettazione di un intervento formativo rappresenta un fattore di successo, che può fare la differenza.

Il design thinking è un approccio innovativo alla consulenza, tradotto letteralmente come innovazione del pensiero, che nasce dalla progettazione nel settore economico-industriale. Si basa sull’idea di mettere le persone al centro del processo di progettazione di un prodotto o servizio, ribaltando le classiche logiche del business, che vedevano al centro il prodotto.

Il primo ad avere questa intuizione è stato lo psicologo e sociologo Herbert Simon negli anni ’60, che ha applicato la metodologia alle persone in azienda, ma è solo negli anni ’90 che David M. Kelley prima e l’Istituto di Design di Standford poi hanno applicato i principi del Design Thinking al business.

Il modello prevede cinque fasi:

L’empatia, definita come strumento fondamentale per individuare e definire il problema percepito dalle persone, attraverso l’analisi dei loro bisogni e motivazioni.

A questa segue la fase di definizione, volta a ricercare dati a supporto della focalizzazione del bisogno individuato.

La fase di brainstorming, in cui immaginare possibili soluzioni utilizzando anche la creatività e il pensiero laterale,

La fase della prototipazione, durante la quale si delinea una prima soluzione.

Tra le fasi finali, il test in cui si testa la validità del progetto con i veri utilizzatori e si ricevono feedback

E la fase finale di Implementazione, come scelta e applicazione della soluzione migliorata

Per applicare questa tecnica ci sono diversi metodi a supporto; alcuni semplici ed altri più complessi.

Design Thinking è un modo di lavorare che ci aiuta ad innovare: un approccio «progettuale» per integrare i bisogni delle persone con gli obiettivi di business e le tecnologie disponibili.

In un momento storico in cui è sempre più diffusa la convinzione che i veri protagonisti della formazione sono le persone, vedendo l’esperienza formativa in ottica costruttivista, utilizzare il metodo del design thinking può essere la chiave, l’elemento che ci aiuta a tradurre il prodotto o servizio in un’esperienza people-centered.

Mantenere il focus sulla centralità della persona significa quindi puntare su un corretto ascolto delle esigenze in ingresso ma anche nel corso di tutto lo sviluppo del percorso formativo, sia nella fase di analisi dei bisogni che in quella della prototipazione, così da valutare le prime reazioni al prototipo rilasciato. Non sempre risulta facile avere questa attenzione costante, anche per i professionisti più esperti, e lo strumento del design thinking aiuta ad avere un modello di riferimento che riporta costantemente al dialogo con l’altro, con l’esterno, per mantenere quell’apertura che consente di vedere le persone come i veri protagonisti dell’esperienza formativa.

Ma non solo. Il vantaggio dell’uso del design thinking nella formazione sta anche nella sua spinta all’innovazione e alla creatività, indispensabile per immaginare nuove soluzioni formative a nuovi bisogni di apprendimento o a nuovi contesti, analogici e soprattutto digitali. La spinta a creare prototipi da testare, insita nel metodo, incoraggia infatti a mettere in campo nuove idee, formule, prodotti e ambienti, spinta che inevitabilmente porta ad innovare continuamente.

Il design thinking applicato alla formazione consente quindi di arricchire la cassetta degli attrezzi del formatore, digitale e non, consentendogli di avere una nuova chiave per progettare soluzioni formative centrate sulla persona, e incoraggiando e supportando l’innovazione e la creatività, elemento imprescindibile di una formazione in linea con il presente.

Se vuoi approfondire questi temi puoi partecipare al Corso formazione formatori digitali

, , , ,
About Make It So
Make it So è una società di consulenza che opera a 360° nell'ambito dello Sviluppo Del Personale: Formazione, Recruiting, Assessment e Coaching per enti ed aziende che desiderano valorizzare il loro potenziale e per privati e professionisti intenti in uno sviluppo di carriera.