Master, Corsi e Consulenza Aziendale

+39 06/45471749

info@makeitso.it

Blog

luglio 17, 2019

Il Case Study di Ikea: la gestione delle risorse umane all’interno dei nuovi Meeting Point

I partecipanti alla XVI edizione del Master in Gestione delle Risorse Umane erogato da Make It So a Roma hanno avuto, come di consueto, l’opportunità di cimentarsi in un Project Work avente come oggetto un caso aziendale reale.
L’azienda con cui Make It So ha collaborato per il Project Work di questa edizione è Ikea. L’obiettivo era far progettare e costruire strumenti di valutazione e gestione delle risorse, approfondendo in maniera pratica i temi principali dell’area risorse umane del Master e praticando un’attività di elaborazione e sintesi delle informazioni in gruppo. Alcuni temi approfonditi hanno riguardato la job description, progettazione e ideazione di attività di employer branding; strumenti per attivare un reclutamento e una selezione efficace; progettare un percorso di sviluppo e ipotizzare un percorso di carriera. Il progetto si è improntato sul lancio degli innovativi Meeting Point di cui parleremo più avanti.
Alcune informazioni sul contesto Ikea:
Ikea nasce ad Almhult, nella Svezia meridionale, per mano di Ingvar Kamprad. Egli, nel 1943, a soli 17 anni, sfruttando le poche risorse a disposizione, iniziò a produrre fiammiferi; il nome della società non è altro che l’acronimo di Ingvar-Kamprad-Elmtaryd-Agunnaryd, nome e cognome del fondatore, nome della fattoria di famiglia (Elmtaryd) e nome del paesino in cui Ingvar era cresciuto (Agunnaryd). Con il passare degli anni, la società iniziò a specializzarsi in mobili e complementi d’arredo, riuscendo ad affermarsi sul mercato internazionale. Alcune tappe fondamentali della crescita esponenziale di Ikea sono:
– 1963, apertura di un negozio Ikea a Oslo, il primo al di fuori dei confini svedesi
– 1974-1975, Ikea sbarca in Australia e Giappone
– 1980, Ikea inizia a diffondersi in Francia, Belgio, Gran Bretagna, Spagna e USA
– 1989, apertura del primo negozio Ikea in Italia

Al giorno d’oggi, Ikea presenta 389 negozi diffusi in 46 Paesi. La sua mission è “offrire un vasto assortimento di articoli di arredamento funzionali e di buon design, a prezzi così vantaggiosi da permettere al maggior numero possibile di persone di acquistarli”. La sua vision: “creare una vita quotidiana migliore per la maggioranza delle persone”. Il valore fondante è la sostenibilità, ovvero il prendersi cura delle persone e dell’ambiente, ricercare l’innovazione proteggendo il territorio.

Il progetto dei Meeting Point nello specifico e le nuove figure a supporto
Attraverso un investimento di 5,8 miliardi di euro per i prossimi tre anni, Ikea ha avviato il progetto di creazione e diffusione dei Meeting Point. Di forme estremamente ridotte e con un numero definito di prodotti selezionati al loro interno, nei Meeting Point non si avrà una vera e propria vendita di articoli di arredamento; la loro funzione è, difatti, solo espositiva. Il cliente, una volta scelti gli oggetti di suo gradimento tra quelli in esposizione, non dovrà trasportarli a casa autonomamente, ma attendere che gli siano consegnati a domicilio, come avviene con i prodotti acquistati on-line. L’obiettivo di Ikea, non a caso, è proprio quello di competere nell’e-commerce. Questi Meeting Point verranno aperti nei centri delle città, per essere accessibili a quante più persone possibili. La loro concezione va oltre a quella di un semplice negozio, come dice il suo nome: si tratta, piuttosto, di un punto di incontro tra azienda e clienti.

Le nuove figure che caratterizzeranno questi innovativi centri e su cui i partecipanti al Master gestione Risorse Umane si sono impegnati nell’analisi sono: i Leader Meeting Point e i Co-Worker Meeting Point.
La figura del Leader Meeting Point
La figura del Leader Meeting Point è una figura non tecnica, ma di tipo gestionale. Egli si dovrà occupare del coordinamento del lavoro, dello sviluppo e della motivazione del personale presente, guidandole verso il raggiungimento degli obiettivi. La competenza trasversale maggiormente sviluppata dovrà essere, ovviamente, la leadership. Queste figure sono selezionate, soprattutto, all’interno del team di venditori presenti nei punti vendita. L’area Hr valuta lo sviluppo di alcune competenze distintive di queste figure attraverso specifici tool di valutazione.

La figura del Co-Worker Meeting Point
La figura del Co-Worker Meeting Point è orientata al cliente e alla vendita. Egli dovrà essere in grado di comprendere le esigenze e i bisogni del cliente, proponendo la soluzione più in linea con esse; deve avere buone capacità comunicative, di teamwork e di orientamento al risultato.

Come avviene la selezione delle due figure
Per la selezione delle due figure appena viste, Ikea ha deciso di utilizzare dei tools più digitali rispetto a quanto fatto in passato. Se, da un lato, questo sacrifica il face-to-face tra selezionatore e candidato, dall’altro va ad approfondire sensibilmente il processo di pre-selezione. Video-interviste, colloqui tramite Skype, domande pre-screening preimpostate nel tool di reclutamento la faranno da padrone.

Tuttavia, un ruolo centrale nel processo di valutazione lo avrà l’adesione ai valori aziendali come la sostenibilità, la forza di volontà, la leadership attraverso il buon esempio, avere il coraggio di essere differenti, da parte dei candidati: Ikea, infatti, parte dal presupposto che le competenze possono essere acquisite, ma la stessa cosa non può essere applicata ai valori, in quanto più radicati nella persona.
Solo i candidati che sentono i valori di Ikea come propri verranno presi in considerazione.

Ancora una volta, i partecipanti al Master in Gestione delle Risorse Umane di Make It So hanno avuto l’opportunità di poter lavorare su un caso reale di un’azienda multinazionale. In questa edizione è stato per tutti arricchente lavorare sul case study di Ikea che, come dimostra il progetto sui Meeting Point e la strategia riguardante la selezione del personale, ha sempre un occhio verso il futuro, confermandosi come una delle aziende maggiormente orientate all’innovazione.

, , , ,
About Make It So
Make it So è una società di consulenza che opera a 360° nell'ambito dello Sviluppo Del Personale: Formazione, Recruiting, Assessment e Coaching per enti ed aziende che desiderano valorizzare il loro potenziale e per privati e professionisti intenti in uno sviluppo di carriera.