Master, Corsi e Consulenza Aziendale

+39 06/45471749

info@makeitso.it

Blog

Settembre 23, 2022

La talent retention nell’era della digital transformation

La digital transformation nel contesto aziendale si riferisce all’introduzione di strumenti e tecnologie digitali nel processo lavorativo di aziende pubbliche e private. In Italia questa trasformazione è stata largamente accelerata dalla pandemia, che ha reso necessaria la digitalizzazione per molte realtà lavorative. Oggi questo cambiamento è in continua evoluzione, e coinvolge aziende di ogni dimensione che devono rispondere alle nuove esigenze dei lavoratori.

La digital transformation, infatti, non determina soltanto un cambiamento dal punto di vista strumentale e tecnologico, ma è anche e soprattutto un cambiamento che investe le persone. La trasformazione digitale ha modificato abitudini, comportamenti e vite in generale, generando nuovi bisogni e nuove fonti di soddisfazione per i lavoratori stessi. In un mondo sempre più digitale le persone sono alla ricerca di maggior flessibilità, innovazione ed equilibrio tra lavoro e vita privata, e questo è ancora più importante alla luce delle “grandi dimissioni”, ovvero l’abbandono di massa del proprio posto di lavoro sulla base di nuove priorità. Da una recente ricerca condotta da AIDP è emerso che il 70% del campione analizzato si è dimesso volontariamente dal proprio posto di lavoro.

Sono diversi i fattori che determinano questo fenomeno, in particolare va evidenziato che tra le principali cause di dimissione vi è la ricerca di maggior flessibilità, intesa come la possibilità di gestire il lavoro da remoto e di avere un maggior equilibrio tra lavoro e vita privata.

Dal punto di vista HR è necessario affrontare questo cambiamento in un’ottica di talent retention, ovvero individuando strategie per trattenere i talenti in azienda. Come per la talent attraction (capacità di attirare i talenti all’interno del processo di selezione), anche per la talent retention sono necessarie azioni di employer branding che incentivino le persone a vedere il proprio luogo di lavoro come l’ambiente ideale in cui poter lavorare. In questo contesto, strumenti e tecnologie digitali possono essere utilizzati in differenti modi per migliorare l’employer experience, ovvero l’esperienza del lavoratore nel suo complesso all’interno dell’azienda.

L’inserimento del lavoratore nel contesto organizzativo – onboarding – è il primo passo che determina l’esperienza della persona all’interno dell’organizzazione. Una ricerca ha evidenziato che le organizzazioni che effettuano un efficace processo di onboarding migliorano la fidelizzazione del lavoratore nell’82 % dei casi, e la produttività in oltre il 70% (Glassdor).

Da un punto di vista di digital transformation, l’onboarding digitale offre diversi vantaggi consentendo un’efficace organizzazione del lavoro. In particolare, fornisce ai neoassunti la possibilità di utilizzare strumenti digitali per accedere in ogni momento alle informazioni di cui necessitano, di effettuare periodicamente riunioni online per un confronto con il team o con i superiori, e di utilizzare piattaforme di collaborazione aziendale per una comunicazione istantanea ed un aggiornamento efficace e simultaneo di dati e documenti.

Una volta che i dipendenti sono parte integrante dell’organizzazione è fondamentale investire su di essi, ed è in questo contesto che si inserisce la formazione digitale. Attraverso l’utilizzo di strumenti digitali, è infatti possibile sviluppare diversi tipi di interventi formativi in cui le lezioni sono articolate secondo diverse modalità a seconda delle esigenze: modalità sincrona, in cui le lezioni sono in diretta online; modalità asincrona, in cui le lezioni sono registrate e consultabili in qualsiasi momento; modalità blended, che prevede lezioni sia in modalità sincrona che in modalità asincrona.  Per quanto riguarda la formazione sincrona, in un’aula digitale è possibile creare maggior coinvolgimento utilizzando piattaforme interattive grazie alle quali le persone partecipano attivamente, e l’attenzione dell’aula è maggiormente stimolata.  Dall’altra parte, la formazione asincrona consentirebbe ai dipendenti di scegliere il modulo formativo da seguire e monitorare i propri progressi.

La digital transformation ha dato vita a nuove necessità dei lavoratori e nuove opportunità per le aziende. È necessario che queste ultime siano in grado di rispondere efficacemente a questo cambiamento radicale del mondo del lavoro, ponendo le persone al centro di questa trasformazione.

Se vuoi approfondire questo o altri temi relativi all’impatto della digital transformation nel mondo delle risorse umane iscriviti al Master Digital Transformation HR!

 

 

 

, , , ,
About Make It So
Make it So è una società di consulenza che opera a 360° nell'ambito dello Sviluppo Del Personale: Formazione, Recruiting, Assessment e Coaching per enti ed aziende che desiderano valorizzare il loro potenziale e per privati e professionisti intenti in uno sviluppo di carriera.